vedi tutte le notizie


Twitter:

❗️ Un nuovo #fisco per un nuovo modello di sviluppo❗️
✂️Tagliare le tasse alle lavoratrici e ai lavoratori per lo sviluppo l'occupazione e la crescita del paese
👉Ecco cosa chiediamo nella nostra piattaforma unitaria #CgilCislUil 👉http://urly.it/37-82

Rossana Rossanda, partigiana, è sempre stata dalla stessa parte, quella delle lavoratrici e dei lavoratori, degli umili, dei più sfortunati.
Che la terra le sia lieve.

Un’operazione indecorosa, che scambia un basso salario con l’assoluta garanzia di maggiore precarietà e flessibilità, riconducendo di fatto al cottimo l’attività di queste lavoratrici e lavoratori.

#riders

http://www.er.cgil.it/categoria-news/268-riders-accordo-assodelivery-ugl-indecoroso-e-illegittimo-pronti-a-contrastarlo-con-tutte-le-azioni-possibili.html

L’unione fa la forza: nasce @RetePaceDisarmo
Il 21 settembre è la Giornata internazionale della #PACE
Anche #NexusER fa parte della Rete della Pace
https://www.nexusemiliaromagna.org/2020/09/21/lunione-fa-la-forza-nasce-rete-italiana-pace-e-disarmo/
@ERCGIL @pro_fiore @GioveGino @mirto_bassoli @awlky @marinabale1 @VeronicaTaglia4 @salvamarra

carica altri tweet...

dalla nostra pagina Facebook:

15 hours ago

CGIL Imola

❗️ UN NUOVO FISCO PER UN NUOVO MODELLO DI SVILUPPO ❗️
✂️Tagliare le tasse alle lavoratrici e ai lavoratori per lo sviluppo l'occupazione e la crescita del paese
✔️La riduzione della pressione fiscale da luglio è un primo importante risultato dell’azione di Cgil Cisl Uil

👇Ecco cosa chiediamo nella nostra piattaforma unitaria sul fisco👇
... vedi di piùvedi di meno

Vedi su Facebook

1 day ago

CGIL Imola

📌 Dissenzienti

Negli ultimi due giorni ci hanno lasciato due donne che hanno fatto la storia per la propria storia e per le battaglie condotte dalla parte delle donne e per un ideale di mondo migliore, più giusto, più equo, un aggettivo così malconcio da suonare démodé.

Leggere le loro biografie è un incitamento all’impegno e alla disobbedienza, alla critica, alla lotta per i diritti contro gli status quo.

Non stupisce che nelle loro storie, ci sia un comune denominatore, una parola che le rappresenta: “dissenso”.

È l’ ”I DISSENT“ dalle decisioni conservatrici della giudice Ruth Bader Ginsburg stampato persino su magliette e garget.
È l’aggettivo che più ricorre in queste ore nel ricordo di Rossana Rossanda, “VOCE DISSENZIENTE”.

Meriterebbero strade dedicate e citazioni nei libri di storia.

Negli Usa di Trump e delle sue politiche divisive e conservatrici, è morta Ruth Bader Ginsburg, uno dei nove giudici della Corte Suprema, scelta come moderata e diventata l’esponente più radicale di quel consesso potentissimo.
Ruth è una combattente da sempre: lotta per entrare alla scuola di legge di Harvard - una delle 9 eccezioni su 500 studenti- in anni in cui alle donne era permesso poco. Discriminata dagli studi legali perché ebrea, donna e madre si dedicò allora da accademica e magistrata alle battaglie contro le discriminazioni e per i diritti civili, soprattutto quelli delle donne.

Resta celebre una sua risposta alla domanda, “Quando ci saranno abbastanza giudici alla Corte suprema?Quando ce ne saranno nove”

Ieri è venuta a mancare anche Rossana Rossanda, intellettuale, partigiana, giornalista, fondatrice del Manifesto e voce dissenziente. Dissenso che le costò l’espulsione dal suo partito, la sua famiglia, il PCI.

Una vita di impegno e battaglie anche la sua, nel partito e nella società per l’emancipazione femminile e per diritti egualitari. L’unica donna a firmare editoriali nei primi anni di nascita del Manifesto, dirà “Perché le donne non mollano qualche schiaffo? Si rassegnano. Se tutte le giornaliste facessero un’azione comune... Sono poco solidali tra loro”. E ancora, “È molto profonda questa idea , non dico della schiavitù (delle donne) ma della dipendenza. Una donna non sposata e senza un uomo sembra che abbia qualcosa che mon funziona. In genere il rapporto tra maschi e femmine non è risolto”.

Contributo di @esmeraldarizzi
ufficio politiche di genere Cgil

📚 Qualche link per approfondire

• Ruth Bader Ginsburg

https://impresaeccezionale.it/index.php/donne-eccezionali/…

https://google.it/amp/s/…

https://google.it/amp/s/…

https://ilmanifesto.it/lamerica-perde-ruth-ginberg-la-sua-giudice-piu-giusta/


• Rossana Rossanda

https://www.ilsole24ore.com/art/morta-rossana-rossanda-voce-libera-un-68-femminile-ADOd1Yq

https://ilmanifesto.it/addio-rossana-rossanda/

https://ilfattoquotidiano.it/2020/09/…
... vedi di piùvedi di meno

Vedi su Facebook

2 days ago

CGIL Imola

Immagine di copertina di CGIL Imola ... vedi di piùvedi di meno

Vedi su Facebook

5 days ago

CGIL Imola

🟥Ripartire dal lavoro 🟥

Oggi mobilitazione unitaria Cgil Cisl Uil a Bologna e in tante piazze d'Italia per riportare al centro le priorità per il futuro del Paese.

Servono nuove risposte.
Serve una nuova visione che concentri la propria azione sul LAVORO e sulle PERSONE
#ripartiredallavoro
... vedi di piùvedi di meno

Vedi su Facebook

5 days ago

CGIL Imola

❗RIPARTIRE DAL LAVORO ❗

📢 Domani saremo alla manifestazione regionale a Bologna, in piazza del Nettuno, dalle 10.30

"Il 18 settembre scendiamo in piazza per dare voce al lavoro e per rimettere al centro la lotta contro la precarietà". Così Maurizio Landini spiega le ragioni che porteranno Cgil, Cisl e Uil a mobilitarsi il prossimo venerdì. Ripartire dal lavoro è l'obiettivo delle tre confederazioni.

"Chiediamo di fare una riforma fiscale degna di questo nome, di investire sulla sanità, sull’istruzione, sulla scuola, su una politica industriale che metta al centro la salvaguardia dell’ambiente, il diritto alla formazione delle persone".

Altro punto cruciale di rivendicazione sarà il contratto collettivo nazionale. Occorre che Confindustria superi il blocco dei contratti.

"Investire sulla contrattazione collettiva oggi - dice Landini - vuole dire investire sul lavoro e sulla sua qualità".
... vedi di piùvedi di meno

Vedi su Facebook