Sand Lack Montaggi, 15 lavoratori sospesi senza retribuzione

Alla vigilia delle ferie estive, 15 lavoratori del circondario imolese hanno ricevuto la comunicazione in cui si dichiara che dal 30 settembre saranno tutti sospesi dal lavoro senza retribuzione.

Nel settembre 2015 la Sand Lack Montaggi, azienda di verniciatura e sabbiatura con sede a Toscanella di Dozza, al fine di garantire la continuità produttiva e salvaguardare l’occupazione, ha preso in affitto tutte le attività e i lavoratori dalla “sorella”, Send Lack Service, che versava in grave crisi economico-finanziaria.

A distanza di due anni la Sand Lack Montaggi, incomprensibilmente e sfacciatamente, recede dal contratto di affitto con gravi e pesanti ripercussioni per i lavoratori, costretti a rientrare nella vecchia azienda, poi fallita nell’aprile del 2016, con il conseguente presumibile licenziamento di tutti, non avendo ammortizzatori sociali disponibili.

Per la Fiom-Cgil di Imola e i lavoratori quanto avvenuto è ancor di più grave e offensivo, se si considera che neppure due mesi fa, lo scorso 12 giugno, l’azienda ha sottoscritto un contratto di solidarietà per la durata di 12 mesi con cui si dava formale continuità alla produzione e all’occupazione. Oggi si apprende invece che solo due settimane dopo, esattamente il 26 giugno, si recedeva dal contratto di affitto.

La Fiom-Cgil di Imola metterà in campo tutte le opportune iniziative, compresa quella legale, al fine di tutelare, dar voce e forza alle rivendicazioni dei lavoratori.