Filiale banca di Fontanelice, un’intera comunità chiede di non chiuderla

Questa mattina a Fontanelice al presidio davanti alla filiale dell’ex Cassa di Risparmio di Imola, organizzato per manifestare contro l’annunciata chiusura, era presente anche lo Spi-Cgil di Imola, rappresentato dal segretario generale, Sauro Dal Pane, e dal segretario della Lega Spi della Vallata, Bruno Scala.

La Cgil e lo Spi esprimono la loro solidarietà al sindaco Athos Ponti, che ha annunciato l’inizio dello sciopero della fame contro questa decisione della Banca Popolare di Milano che non ha neppure risposto alla richiesta di incontro inviata dall’Amministrazione comunale per scongiurare la chiusura della filiale.

Come già dichiarato, riteniamo che privare il territorio di questo storico presidio determinerà gravi ripercussioni sui cittadini, in particolare sulle persone anziane che individuano nello sportello bancario un punto di riferimento per l’erogazione di servizi che dal 1° luglio non sarebbe più possibile richiedere sul territorio.

Ribadiamo che tutte le forze politiche e sociali devono mobilitarsi insieme per chiedere all’Istituto bancario di dare risposta alla richiesta di un’intera comunità.