Sciopero generale e manifestazione della Fiom venerdì 9 marzo

Situazione economica, Fiat e art.18, sono i punti chiave dello sciopero generale di otto proclamato dalla Fiom Cgil per venerdì 9 marzo che sarà accompagnato da un corteo che sfilerà per le vie di Roma. La manifestazione già indetta per venerdì prossimo, 18 febbraio, si trasformerà in un’assemblea nazionale dei delegati. E’ quanto deciso il 14 febbraio dal Comitato centrale della Fiom-Cgil.

“Le politiche del governo denotano una volontà esplicita di intervenire sull’art.18 – ha spiegato Maurizio Landini, segretario generale della Fiom-Cgil – non può essere oggetto nè di trattativa nè di negoziato”. Il leader della metalmeccanici della Cgil punta il dito contro le politiche del governo Monti convinto che “dal governo c’è la volontà precisa di una stretta applicazione della lettera della Bce e inoltre siamo in presenza di voler mettere mano ai diritti per una licenziabilità”.

Mettendo assieme la riforma delle pensioni e la trattativa sulla riforma del mercato del lavoro, secondo Landini “c’è un tratto comune che ci dice che non siamo di fronte a provvedimenti presi a caso, ma – ha concluso Landini – a riforme strutturali che denotano un’idea sbagliata di uscita dalla crisi”.

Leggi il documento del Comitato centrale Fiom del 14 febbraio