Ricchetti, raggiunto l’accordo in Provincia

E’ stato sottoscritto il 20 dicembre in Provincia e approvato dall’assemblea dei lavoratori l’accordo tra i sindacati e i dirigenti del gruppo Ceramiche Ricchetti, raggiunto anche grazie alla mediazione svolta dall’assessore provinciale alle Attività Produttive, Graziano Prantoni.

L’intesa prevede 12 mesi di cassa integrazione straordinaria per cessata attività prorogabile di altri 12 mesi in caso di ricollocazione di almeno il 30% dei dipendenti entro il primo anno. Contestualmente sarà aperta la mobilità volontaria per 20 dipendenti, a cui sarà riconosciuto un incentivo di 20 mila euro lordi se accetteranno entro la fine del 2012. Nel secondo anno di cassa, l’incentivo scenderà a 11 mila euro. L’azienda si è anche resa disponibile ad anticipare il Tfr per un massimo di 8 mila euro nei due anni e attiverà percorsi di formazione, riqualificazione professionale con l’obiettivo di ricollocare i lavoratori.

«Con questo accordo siamo riusciti ad accompagnare i lavoratori per altri 24 mesi con gli ammortizzatori sociali – affermano Katia Regelli della Filctem-Cgil, Rossana Carra della Femca Cisl e Giorgio Giorgi della Uilcem Uil-. Ora auspichiamo che ci siano imprenditori interessati a rilevare l’area e si arrivi alla riconversione del sito produttivo così da ricreare occupazione sul territorio Ci aspettano anni difficili e la manovra del governo allontana ancora di più il traguardo della pensione. Per questo motivo il lavoro deve essere la priorità per tutti».