Nuovo Statuto dei lavoratori, per ridare dignità a chi lavora

14gLa Cgil di Imola, con i suoi dirigenti, delegati, attivisti, pensionati, per un totale di più di 150 persone, parteciperà giovedì 14 gennaio al Paladozza a Bologna all’Attivo regionale Cgil dei quadri e delegati dell’Emilia Romagna, per la presentazione della Carta dei Diritti Universali del Lavoro, ovvero un nuovo Statuto delle lavoratrici e dei  lavoratori. Sarà presente Susanna Camusso, segretaria generale della Cgil.

Una raccolta di norme destinate a tutto il mondo del lavoro, subordinato e autonomo, che a partire dai prossimi giorni sarà al centro delle assemblee nei luoghi di lavoro e dei pensionati, per la consultazione straordinaria delle iscritte e degli iscritti alla Cgil. L’obiettivo è ambizioso: far diventare la Carta una legge d’iniziativa popolare per ridare dignità a tutti i lavoratori e a tutte le lavoratrici.

Il nuovo Statuto vuole innovare gli strumenti contrattuali preservando quei diritti fondamentali che devono essere riconosciuti ed estesi a tutti, senza distinzione, indipendentemente dalla tipologia lavorativa o contrattuale, perché inderogabili e universali. Diritti che vanno dal compenso equo e proporzionato alla libertà di espressione, dal diritto alla sicurezza al diritto al riposo, ma anche alle pari opportunità e alla formazione permanente, un aggiornamento costante di saperi e competenze.

Per ricostruire un diritto del lavoro a tutela della parte più debole nel rapporto di lavoro.

Data la partecipazione all’Attivo regionale, le sedi Cgil di Imola e Castel San Pietro saranno chiuse al pubblico per l’intera mattinata di giovedì 14 gennaio e gli uffici riapriranno nel pomeriggio a partire dalle ore 15.