8 marzo e non solo: le iniziative dei Coordinamenti Donne Cgil e Spi Imola

 

I Coordinamenti Donne Cgil e Spi Imola aderiscono alla mobilitazione globale delle donne dell’8 marzo e prenderanno parte all’iniziativa “In direzione ostinata e contraria”, contro ogni violenza sulle donne, promossa da Trama di Terre, che inizierà alle ore 16 con una biciclettata da piazza Marabini (stazione) per arrivare alle ore 16.30 in piazza Matteotti dove si terrà un presidio di donne antisessiste, antifasciste e antirazziste.

Nella mattinata di giovedì 8 marzo si terrà anche la tradizionale distribuzione di mimose a Castel San Pietro (piazza XX Settembre) e a Toscanella (piazza Gramsci).

Segnaliamo, inoltre, che Antonella Raspadori della segreteria regionale Cgil Emilia Romagna, responsabile Politiche di genere, pari opportunità e libertà femminili, interverrà al seminario “Donne e lavoro: discriminazioni e molestie”, organizzata dall’associazione Per le donne, che si terrà a Castel San Pietro venerdì 9 marzo, ore 20.30, al teatro comunale Cassero.

In programma mercoledì 21 marzo, ore 14.30, alla Camera del Lavoro di Imola, in via Emilia 44, è l’iniziativa dei Coordinamenti donne Cgil e Spi e Auser “Unite per la pace, il lavoro e una cultura più elevata”, che è la frase ricamata su un fazzoletto di seta dell’8 marzo 1955 che è stato recentemente ritrovato sistemando l’archivio della Camera del Lavoro imolese.

«Un proposito che ci pare quanto mai attuale – afferma Mirella Collina, segretaria generale Cgil Imola – un invito alla coesione tra donne contro la disparità di genere, la violenza, gli stereotipi, le discriminazioni e le molestie di cui sono vittime, per il diritto all’autodeterminazione a quant’anni dall’entrata in vigore della legge 194». Temi che saranno affrontati nel pomeriggio del 21 marzo, intervallato dalle letture di Deangela Minardi, Voglio sorridere, ancora.

Infine, al primo piano della Camera del Lavoro di Imola, è stata allestita la mostra “Il Novecento e la nostra storia: il lungo cammino delle donne”, visitabile per tutto il mese di marzo, negli orari di apertura della Cgil.