Pensionati, il 43% sta sotto i mille euro al mese

IMG_9912Nel 2012 oltre 7 milioni di pensionati, secondo i dati diffusi nei giorni scorsi dall’Istat, ha percepito un reddito da pensione inferiore a 1.000 euro al mese. Mentre quasi 12 mila sono i pensionati d’oro che percepiscono oltre 12 mila euro al mese. Sempre l’Istat ha rilevato che il tasso di disoccupazione a febbraio 2014 è al 13,0%, il dato più alto di sempre. L’esercito dei disoccupati ha superato per la prima volta la soglia record dei 3,3 milioni. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni a febbraio è pari al 42,3%.

«I dati confermano ancora una volta che i pensionati italiani vivono in una condizione di grande difficoltà – afferma Sauro Dal Pane, segretario generale dello Spi-Cgil di Imola -. Il governo però sembra non preoccuparsene e ha scelto di escluderli dal provvedimento di sostegno al reddito, non riconoscendo loro gli 80 euro in più a fine mese. Tra l’altro in tantissimi casi, è proprio solo grazie alla pensione che alcune famiglie riescono a sopravvivere, visto che spesso i familiari perdono il lavoro e non vi è nessun altro reddito su cui contare. Occorre intervenire al più presto per contrastare la disoccupazione, ma con il decreto lavoro il governo non sembra andare in questa direzione, piuttosto punta ad una maggiore precarizzazione. La Cgil chiede di continuare sulla strada dell’alleggerimento della pressione fiscale su lavoratori, pensionati e imprese per rilanciare consumi e investimenti – conclude Dal Pane – ma al tempo stesso il governo deve rimettere al centro la creazione di posti di lavoro e tutelare il potere d’acquisto delle pensioni».