Chloride e Emerson Network Power, lavoratori pronti allo sciopero

Emerson-300x184Nella tarda mattinata di martedì 10 giugno si è svolta una partecipata e animata assemblea sindacale in Chloride e Emerson Network Power, al termine della quale è stato approvato un ordine del giorno in merito alla decisione della multinazionale americana di trasferire le attività di assemblaggio e collaudo dei gruppi di continuità svolte presso la sede di Castel Guelfo in Repubblica Ceca con la dichiarazione iniziale di due esuberi.

ORDINE DEL GIORNO

Le Lavoratrici e i Lavoratori del Gruppo Emerson degli stabilimenti di Castel Guelfo di Bologna riuniti in assemblea sindacale esprimono piena solidarietà e vicinanza ai due Lavoratori nuovamente colpiti, dopo sei anni, dall’arroganza aziendale.

Si giudica grave e inaccettabile il metodo e il merito unilaterale che sempre più contraddistingue la direzione aziendale. Unilateralità che si esprime sia nella vicenda Chloride con i licenziamenti che nel processo di armonizzazione contrattuale in corso nelle sedi di Castel Guelfo, Roma e Milano di Emerson Network Power.

L’assemblea congiuntamente alle RSU, alla FIOM-CGIL e alla FIM-CISL territoriali chiede il ritiro immediato dei licenziamenti, l’apertura di un tavolo di confronto vero e trasparente sul progetto aziendale finalizzato ad individuare soluzioni alternative.

Si chiede pertanto una sollecita convocazione da parte aziendale entro il 15 giugno 2015.

Qualora ciò non avvenisse si proclamano 8 ore di sciopero con presidio davanti all’azienda di Castel Guelfo per martedì 16 giugno 2015 per tutte le Lavoratrici e i Lavoratori Chloride e Emerson Network Power.