Siglato il rinnovo del contratto provinciale per i dipendenti delle imprese edili industriali

Il 26 Settembre 2013 è stato firmato il contratto integrativo provinciale per i dipendenti delle imprese industriali edili che riguarda oltre 6000 dipendenti della provincia di Bologna.

Di particolare importanza è il fatto che con la firma di questo contratto abbiamo completato la fase dei rinnovi che ha visto prima la cooperazione e poi gli artigiani sottoscrivere l’integrativo provinciale . Con la sottoscrizione del contratto provinciale con ANCEBOLOGNA abbiamo inteso puntare su una comune idea di sviluppo del settore per uscire dall’attuale situazione di profonda crisi.

Sviluppo fondato sulla qualità del lavoro, sulla qualificazione e selezione delle imprese, sulla qualità del costruito, sulla difesa dei livelli occupazionali con particolare riguardo ai giovani ed agli over 50 per i quali abbiamo concordato premialità per le imprese che stabilizzeranno tali rapporti di lavoro. Abbiamo inoltre accentuato la volontà di contrastare i fenomeni di infiltrazione malavitosa nel settore, oltre che valorizzare le imprese regolari.

Per quanto riguarda la parte economica si istituisce l’elemento variabile della retribuzione , si incrementa il premio presenza e il rimborso per il costo del pasto giornaliero innalzando la quota a carico delle imprese.

L’incremento salariale certo e di oltre 110 euro annui.

Di particolare importanza in un momento di forte crisi è il fatto che si sia concordato sulla riattivazione del protocollo anticrisi che prevede momenti formativi per lavoratori cassa integrati e disoccupati con una prestazione a carico della cassa mutua edile per le giornate di partecipazione ai corsi.

Il rinnovo di questo contratto con ANCEBOLOGNA dimostra che si può sfidare la crisi con imprese responsabili valorizzando il lavoro, la legalità e la sicurezza nei luoghi di lavoro.