Venerdì 4 ottobre alle 18 presidio in piazza Matteotti a Imola per la strage di bambini/e, donne e uomini migranti

IL LUTTO DELLA SOCIETA’ CIVILE IMOLESE PER LA STRAGE DI BAMBINE/I, DONNE E UOMINI MIGRANTI

Venerdì 4 ottobre alle 18 presidio in piazza Matteotti a Imola

Ci sono corpi ovunque” una frase che non può lasciare indifferenti e che segna il dramma di quanto è successo a largo di Lampedusa nelle scorse ore dove hanno perso la vita centinaia di donne, uomini, bambini/e rovesciati/e in acqua dopo l’incendio di un barcone diretto verso l’Europa .

500 in quel barcone. Richiedenti asilo, donne e uomini in fuga da persecuzioni, oltre 20.000 morti nel corso di questi decenni.

Non possiamo rimanere ancora impassibili. La politica, le Organizzazioni Sociali, tutto il Paese debbono reagire e rivendicare iniziative da parte delle Istituzioni che prevengano ed impediscano queste tragedie.

Italia ed Europa debbono assumere urgentissime decisioni, a partire dalla necessità di creare corridoi umanitari, per non abbandonare chi cerca condizioni di vita migliori, o è in fuga da guerre e disperazione, in mano agli scafisti. Dobbiamo tutelarli attraverso un diritto d’asilo europeo; perché le lacrime e le parole dell’Europa non siano solo retorica.

Va predisposto un piano di accoglienza strutturato su tutto il territorio nazionale, anche in considerazione del fatto che le ultime vicende internazionali, in particolare quelle riguardanti la Siria, hanno incrementato enormemente i flussi migratori.

Serve altresì un coordinamento a livello europeo delle politiche per l’immigrazione, per dare una risposta adeguata al problema di chi cerca rifugio e sicurezza nel nostro Continente. Deve essere un diritto per chi chiede protezione e asilo di poterlo fare nella sicurezza e nelle legalità senza doversi imbarcare alimentando il traffico degli esseri umani e il bollettino dei naufragi.

AUSER, Associazione Centro Interculturale delle donne Trama di Terre, Caritas, CGIL, Comitato Primo Marzo, promuovono un presidio per VENERDI’ 4 OTTOBRE ALLE 18 in Piazza Matteotti, in segno di lutto e cordoglio per le vite prese dal mare e dall’indifferenza, al quale invitano associazioni, forze sociali e politiche, cittadinanza.

Un momento in cui interrogarsi su quanto il nostro paese e l’Europa tutta stiano smarrendo il senso di umanità che è presupposto di ogni democrazia.

L’appuntamento è anche un segnale di sostegno alla Ministra Cècile Kyenge, alla Presidente Laura Boldrini per le ingiuste offese ricevute da chi strumentalizzando le vuole assurdamente come responsabili della strage.

PARTECIPA e passaparola

Imola, 4 ottobre 2013