Speciale dichiarazione dei redditi

E’ iniziata la campagna per la dichiarazione dei redditi.  Teorema, il servizio fiscale della Cgil, garantisce l’assistenza per tutti gli adempimenti fiscali. Leggi lo speciale CGIL Informa con tutte le novità fiscali per affrontare senza problemi la tua dichiarazione dei redditi. 
 
NOVITA’: come ottenere il rimborso per lavoro notturno e straordinario attraverso la dichiarazione dei redditi
 
L’Agenzia delle Entrate, con la circolare 48/E del 27 settembre 2010, ha adottato una semplificazione della procedura per recuperare le maggiori imposte versate su straordinari e lavoro notturno del 2008 e del 2009 semplicemente utilizzando il prossimo 730. Infatti i datori di lavoro dovranno indicare nel modello Cud 2011 (da consegnare ai dipendenti entro il mese di febbraio 2011) gli importi relativi a notturno, indennità turno o straordinari per gli anni 2008 e 2009 per quei dipendenti ai quali devono certificare i redditi 2010 (coloro che quindi hanno lavorato in quell’azienda nel 2010 anche se per una sola parte dell’anno). Per i lavoratori il cui rapporto di lavoro è cessato precedentemente al 2010, il datore di lavoro emetterà il Cud 2011 previa richiesta del dipendente.

Attraverso questa modalità tutti i lavoratori potranno accedere all’eventuale rimborso con la presentazione del modello 730 o del modello Unico del 2011, evitando le disparità che si sarebbero verificate attraverso la procedura delle dichiarazioni integrative o delle istanze presentate all’Agenzia delle Entrate, che avrebbero comportato lunghe attese dei rimborsi.

Nel circondario sono numerosi i lavoratori interessati dallo sgravio fiscale, ovvero i dipendenti, con determinati requisiti di reddito, che effettuano turni notturni, ad esempio nelle aziende ceramiche, chimiche, metalmeccaniche, della sanità private e dell’igiene ambientale. In pratica, la detassazione consiste nell’applicazione per il lavoro notturno di una aliquota sostitutiva del 10 per cento, più conveniente per il lavoratore rispetto alla normale aliquota Irpef, dal 23 al 38 per cento, che sarebbe stata applicata in base al proprio reddito. Il risparmio dunque varia dal 13 al 28 per cento. Tale applicazione è retroattiva al 2008, pertanto i lavoratori potranno ottenere il rimborso sulle somme che non sono state agevolate. Ne hanno diritto i lavoratori con un reddito da lavoro dipendente inferiore a 30.000 euro nel 2007 e 35.000 euro nel 2008 e 2009.

Per chi è interessato il servizio fiscale Cgil ha aperto uno sportello dedicato a tutti coloro che vorranno ottenere questo rimborso attraverso la dichiarazione dei redditi. Per prendere appuntamento telefonare al numero verde 800610221 specificando che si vuole ottenere questo rimborso.