Per rompere il silenzio: 25^ anniversario dalla scomparsa del giudice Alberto Giacomelli, ucciso dalla mafia

Sabato 12 ottobre alle ore 21 presso la sala S. Rocco in Valverde a Imola (via Valeriani, 19) si svolgerà un’iniziativa per ricordare il 25esimo anniversario della scomparsa di Alberto Giacomelli, giudice trapanese battutosi per la legalità e la giustizia e ucciso per mano della mafia, al quale è intitolato il Presidio del Circondario Imolese di Libera.

Saranno presenti per ricordare l’operato del Giudice e il quotidiano impegno per la lotta alla mafia:
-Dott. Dino Petralia, nominato procuratore aggiunto a Palermo, ex consigliere del CSM e già procuratore di Sciacca. In magistratura dal 1980, ha cominciato la carriera come sostituto procuratore a Trapani; è stato giudice a Marsala e a Sciacca, diventando nel 1996 il capo della Procura. Dal 2006 al 2010 è stato consigliere del CSM, e al termine di questa esperienza ha scelto di tornare sostituto alla Procura di Marsala.

-Rino Giacalone, giornalista trapanese, da circa 30 anni si occupa della cronaca nera e giudiziaria della provincia di Trapani, uno dei territori dove ancora oggi la presenza di cosanostra viene qualificata come uno “zoccolo duro”. E’ una delle firme de “Il Fatto Quotidiano” e del Fatto.it. Scrive su “Articolo 21”, sul mensile di Libera “Narcomafie”, sul sito Libera Informazione, sul mensile “S”.

-Margherita Asta, coordinatrice di Libera per i familiari delle vittime di mafia per il nord Italia.

Interverrà Daniele Manca, Sindaco di Imola

Nel corso della serata sarà possibile iscriversi o rinnovare la propria iscrizione a Libera e acquistare i prodotti di Libera Terra.

La cittadinanza è invitata