“Libere sempre” con Marisa Ombra, venerdì 17 maggio

Marisa Ombra

La rassegna “Far vivere i diritti delle donne”, organizzata da Trama di Terre/Centro Interculturale delle donne, UDI Imola, Coordinamento donne Cgil e Spi-Cgil Imola, con il contributo di Con.Ami, prosegue con il modulo “Nutrire la memoria per far vivere i diritti” e propone «Libere sempre: una ragazza della Resistenza ad una ragazza di oggi».

Venerdì 17 maggio alle ore 18, in piazza Matteotti davanti alle lapidi che ricordano l’uccisione di Maria Zanotti e Livia Venturini avvenuta durante una manifestazione di donne il 29 aprile 1944.

«Come è potuto accadere che lo slogan femminista “il corpo è mio e lo gestisco io” si sia ribaltato in una forma di schiavitú volontaria? Un dialogo appassionato e delicato sull’adolescenza, la scoperta del corpo, del sesso e della libertà. Senza moralismo, con rispetto e amore».

Interverrà l’autrice del libro, Marisa Ombra, 88 anni, dell’Udi nazionale, partigiana a 17 anni e vicepresidente dell’Anpi nazionale. In questa lettera sulla libertà, la bellezza e la dignità delle donne, indirizzata ad una quattordicenne l’autrice racconta la guerra partigiana, la propria anoressia, i rapporti tra ragazzi e ragazze in montagna, e il senso di pericolo e futuro da cui tutti si sentivano uniti. Il ricordo della lotta di liberazione delle donne si contrappone, così, al disagio di vedere che, oggi, per molte ragazze, libertà significa libertà di mettere all’incasso la propria bellezza.