«La violenza sulle donne è una sconfitta per tutti», uno striscione per ricordarlo sulla sede Cgil

In vista del 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, la Camera del lavoro di Imola ha affisso sulla facciata della sua sede, in via Emilia 44-46, uno striscione di 11 metri con su scritto «La violenza sulle donne è una sconfitta per tutti». Striscioni identici campeggiano in questi giorni su decine di sedi Cgil in tutta Italia.

«Con questa iniziativa – spiega Elisabetta Marchetti, segretaria generale della Cgil di Imola – la Cgil, da sempre impegnata nella difesa dei diritti delle donne, vuole sottolineare che il dramma della violenza nei loro confronti deve essere all’evidenza di tutti ogni giorno e nessuno dovrebbe abbassare lo sguardo o voltarsi dall’altra parte. Quest’anno sono già state uccise più di 100 donne, lo scorso anno ne sono morte 127 per mano di ex partner, mariti, compagni o familiari. E’ una questione di civiltà e dovere di tutti fermare questo massacro e battersi affinché le donne denuncino le violenze che subiscono».

La Cgil di Imola, inoltre, è tra i promotori di altre iniziative in programma il 25 novembre. Al mattino, dalle 10 alle 12, in piazza Matteotti a Imola si terrà una manifestazione pubblica a cui sono invitate tutte le donne con i loro corpi, la loro voce, la loro forza, unite per dire basta alla violenza fisica e psicologica, che con troppa frequenza porta al femminicidio. L’iniziativa è organizzata da Trama di Terre, Udi Imola, coordinamento donne Cgil e Spi-Cgil, con il patrocinio della piattaforma “Lavori in corsa: 30 anni Cedaw” (XXX anniversario della Convenzione per l’eliminazione delle discriminazioni contro le donne).

Alle ore 17, al teatro Lolli di Imola (via Caterina Sforza 3), è in programma un evento a ingresso libero di arte, cinema, musica e teatro per riflettere insieme sul tema della violenza sulle donne:«Vedo, sento, parlo», promosso in collaborazione con Associazione culturale Tilt, Associazione culturale Viaemiliaventicinque, Consiglio dei cittadini stranieri e apolidi della Provincia di Bologna, Comune di Imola.

Si inizierà con la proiezione di “La pelote de laine”, cortometraggio del 2005 diretto dalla regista algerina Farma Zohra Zamoum, presentato al 27º Festival del Cinema Africano di Verona. A seguire, “Rete Circolare”, dibattito sul tema a partire dalla visione del film. A conclusione, l’attrice Reina Saracino interpreterà alcuni brani accompagnata al pianoforte da Mina Barletta. In sala saranno esposte le opere di Danila Dalmonte.