Firma la petizione per salvare il 25 aprile, 1 maggio e 2 giugno

Nel 150^ dell’Unità d’Italia il Governo ha inserito nel Decreto legge in materia economica, approvato di recente dal Consiglio dei Ministri, una norma con la quale si vorrebbe modificare la collocazione temporale di tre festività civili (25 aprile, 1 maggio e 2 giugno) e laiche (fra l’altro, le uniche) per spostarla in un altro giorno (venerdì o lunedì) o per accorparla con la domenica. Le ricorrenze civili vanno celebrate con attenzione e rispetto, perché parlano a tutti, alla ragione stessa del nostro stare insieme, e perché i valori che esse affermano non siano ridotti ad un momento residuale. CLICCA E FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE CGIL e… passaparola