3 dicembre assemblea straordinaria di oltre 15 mila delegati a Roma

In occasione dell’Assemblea nazionale straordinaria di oltre 15 mila delegati e delegate in programma per sabato 3 dicembre, la Cgil rilancerà le sue priorità per favorire la crescita e contribuire a portare il paese fuori dalla crisi. Si tratta delle oltre 3 milioni di persone costrette a lavorare in nero, le 3,5 milioni tra disoccupati certificati e scoraggiati. Un numero che schizza a 4,5 milioni se si aggiungono i precari, anche questi riportati nelle statistiche ufficiali, e i lavoratori relegati in un part time involontario. Per arrivare, infine, alle 500 mila persone da oltre tre anni stabilmente in cassa integrazione. Sono questi i numeri “allarmanti” che delineano un mondo del lavoro in “estrema sofferenza.

Nove i temi sui quali intervenire per segnare un cambio di rotta:

1. Politiche industriali contro la crisi

2. Ridurre le tipologie contrattuali

3. Riformare gli ammortizzatori sociali

4. Qualità e diritti nella Pubblica amministrazione

5. Giovani non più precari

6. Donne al lavoro

7. Battere il lavoro nero

8. Il lavoro è il Sud

9. Mafie Spa: quanto ci costa l’economia criminale